Congresso “Le ulcere venose degli arti inferiori: up-to-date”

sabato 9 novembre 2019

Congresso congiunto AFI DAY e AISLeC

scarica il PROGRAMMA completo congresso ulcere franciacorta

Si stima che, nei paesi industrializzati, le persone abbiano una probabilità dell’1% di sviluppare una lesione cutanea dell’arto inferiore nel corso della loro vita. La prevalenza delle ulcere degli arti inferiori in Italia si attesta intorno al 2% della popolazione adulta.

La causa più frequente di ulcera viene attribuita ad una disfunzione del sistema venoso, ed in particolare all’ipertensione venosa che si accompagna alla malattia venosa cronica (80% in alcune casistiche). Caratteristiche peculiari delle ulcere venose sono la lentezza della guarigione e l’elevata frequenza di recidiva di malattia.

Ciò si ripercuote direttamente sulla qualità di vita dei pazienti e sulla società in generale, sia in termini di costo delle prestazioni che di consumo di risorse.

La terapia dell’ulcera venosa ha visto negli ultimi anni il crescere di molteplici presidi, anche molto complessi e sofisticati, sino ad approdare nell’epoca più recente alla cosiddetta terapia “tessutale” o “cellulare”. Qualsiasi nuovo device tecnologico, non può comunque prescindere dalla correzione dei fattori di rischio emodinamici che determinano la formazione della lesione stessa, ovvero l’ipertensione venosa distrettuale.

Scopo del Congresso è cercare di fornire le adeguate conoscenze per giungere ad una diagnosi certa, “di natura”, delle lesioni ulcerose degli arti inferiori.

Solo così saremo in grado di proporre una cura idonea per quella particolare ulcera in quel particolare paziente, integrando le diverse professionalità mediche ed infermieristiche, al fine di proporre ai pazienti la miglior strategia terapeutica possibile.

RESPONSABILI SCIENTIFICI

Ronconi Maurizio (Rappresentante regionale AFI Lombardia)

Poli Annalisa (Vicepresidente AISLeC)